Feb
16

Anche Marcello Fotia tra i pizzaioli di Alice Master Pizza: il neroniano arriva in finale

Il proprietario della Divina Commedia vince al primo turno e accede alla finalissima di Alice Master Pizza, la prima gara nazionale tra maestri pizzaioli che si sfideranno a colpi di “pizza”

Sta tenendo alto il nome della città di Anzio, Marcello Fotia, 35 anni, titolare della pizzeria Divina Commedia che sabato sera ha partecipato, riuscendo a vincere, ad Alice Master Pizza, la gara televisiva dedicata al prodotto italiano più amato nel mondo: la pizza. E lui, Marcello Fotia, l’arte bianca, intesa come scelta di farine giuste, tempi di lievitazione e creatività nello scegliere e combinare gli ingredienti, la conosce davvero molto bene. Come testimoniano i numerosi premi vinti, tra i quali il Pizza World Cup di Roma dove ha ottenuto il titolo di vice Campione mondiale e primo posto nel marzo del 2014 alla manifestazione Pabogel di Roma nell’ambtio della specialità Pizza alla pala.

Per migliorare ancora, farsi conoscere in tutta Italia, ma anche per sfidare i migliori pizzaioli italiani, Fotia ha deciso di accettare questa nuova competizione che ha preso il via ufficialmente sabato 14 febbraio sul canale di Alice, con la conduzione di Ivan Bacchi. A giudicare un tris d’eccezione composto da Antonino Esposito, Cristina Lunardini e Sergio Maria Teutonico.

Due i concorrenti che hanno passato il turno: tra questi il pizzaiolo anziate che, tra le varie performance e prove di abilità, è riuscito a sbaragliare gli avversari, deliziando gli spettatori con le sue creazioni uniche. Fotia è entrato, dunque, in finalissima, prima di conquistare il titolo di Alice Master Pizza, però, il pizzaiolo anziate dovrà superare altre prove e vedersela con i finalisti degli altri diciannove appuntamenti: l’appuntamento prosegue ogni sabato sera, alle 21.30. E’ possibile anche seguire la striscia quotidiana di Alice Master Pizza tutti i giorni (dal lunedì al venerdì) alle ore 12:25 e 19:25. Il programma è visibile su Alice Tv al canale 221 del digitale terrestre.

Fonte: Il Granchio